Si terrà dal 14 settembre al 18 ottobre, a Reggio Emilia, la prima edizione del Festival dell’Architettura RIGENERA, il progetto dell’Ordine degli Architetti PPC di Reggio Emilia vincitore del bando “Festival dell’Architettura”, promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del MiBACT (Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo) per il finanziamento di manifestazioni culturali dedicate all’architettura contemporanea.

Il Festival RIGENERA si avvale di numerose partnership e si svolge con il sostegno e la collaborazione del Comune di Reggio Emilia, assessorati alla Rigenerazione ed Area vasta, Commercio, attività produttive e centro storico, Cultura, Marketing territoriale e pari opportunità.

Per trentacinque giorni, le trasformazioni architettoniche, urbane e sociali saranno protagoniste in città con oltre trenta iniziative dedicate alla cultura del progetto e alla rigenerazione urbana, per pensare alla città di domani, più densa, versatile, bella, circolare, su misura delle persone.

Attraverso il ricco calendario di convegni, conferenze, workshop, performance e il coinvolgimento di ospiti internazionali, l’obiettivo del Festival è ​ripartire dalla memoria architettonica per promuovere una città più sociale, creativa, innovativa e interpretare la rigenerazione dei luoghi urbani come espressione dell’architettura contemporanea, capace di inglobare in sé tutte le azioni che possono migliorare la qualità dello spazio, del paesaggio e del territorio.

RIGENERA vuole diffondere l’idea di una città di domani ponendo al centro le esigenze sociali e culturali delle persone, per generare valore aggiunto anche dal punto di vista economico. ​Il Festival – spiega ​Andrea Rinaldi​, Presidente dell’Ordine Architetti PPC di Reggio Emilia – intende diffondere e promuovere un concetto di Architettura al servizio della città, vicino ai cittadini. L’obiettivo è di comunicare ​la possibilità del contemporaneo di innovare l’ambiente costruito, riducendo il consumo del suolo, minimizzando l’utilizzo di risorse naturali, con la proposta di nuove soluzioni flessibili e creative per gli spazi pubblici e incentivando una mobilità alternativa, in una logica di crescita culturale degli abitanti​”.

Allo stesso tempo, «I​l Festival RIGENERA, ormai alle porte, è l’ occasione per celebrare il legame instaurato dal Comune di Reggio Emilia con l’Ordine degli Architetti – dichiara ​Annalisa Rabitti​, assessora alla Cultura, al Marketing territoriale, alle Pari opportunità e promotrice e coordinatrice di Città senza barriere del comune di Reggio Emilia – e la città è orgogliosa del prestigioso riconoscimento ottenuto dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del MiBACT che ​sigla il valore e della progettualità reggiana contraddistinta da una specifica attenzione per la persona.​ RIGENERA infatti, oltre a parlare di rigenerazione urbana, parla anche di ​rigenerazione umana. Questo indirizzo ha portato alla collaborazione con il progetto di Reggio Emilia Città senza barriere, che partecipa alla manifestazione, perché parlare di architettura significa per noi parlare di architettura per tutte e tutti. In questa idea di architettura la progettazione è inclusiva e l’inclusione non rappresenta vincolo, ma un cardine importante del progettare e del pensare. La nostra collaborazione al festival rappresenta una preziosa opportunità per sottolineare l’importanza dei valori dell’inclusione e dell’accessibilità »​ .​

A partire dal dialogo tra competenze e saperi differenti si ragionerà sullo sviluppo futuro del territorio, per: ​conoscere ​l’architettura contemporanea con eventi e manifestazioni che ne incrementino la consapevolezza; ​diffondere esempi virtuosi di rigenerazione, alle varie scale, in ambito europeo; ​integrare ​letture dell’architettura contemporanea con diverse discipline (arte, musica, teatro, cibo, economia) capaci di coinvolgere i cittadini; ​comunicare un approccio progettuale innovativo nelle strategie culturali, per prefigurare un diverso sviluppo sostenibile delle città.

Sarà possibile iscriversi ai singoli eventi, tutti gratuiti, registrandosi sul sito web di RIGENERA – Festival dell’Architettura: ​www.rigenerareggioemilia.it
Ad esclusione di passeggiate, performance, laboratori e workshop per i quali è prevista la partecipazione fisica previa iscrizione, corsi, convegni, tavole rotonde potranno essere fruiti sia in presenza che online, dove non specificato diversamente.

Il Festival sarà inaugurato ​martedì 15 settembre presso la sede del Tecnopolo di Reggio Emilia, che ospiterà dalle 10.00 alle 19.00 il ​convegno di apertura RIGENERA​. Durante l’incontro saranno introdotti i temi principali del Festival arricchiti dalla presentazione di esperienze e pratiche rappresentative nonché di riflessioni critiche sui temi della rigenerazione urbana, per contribuire alla messa a punto di un sistema delle regole condiviso. L’obiettivo è infatti quello di offrire dati concreti attraverso i quali poter misurare gli effetti raggiunti della rigenerazione urbana, un processo di rivendicazione di spazi abbandonati a conclusione del loro ciclo di vita che ha generato un integrale ripensamento del consolidato modello di convivenza civile, con importanti ricadute potenziali in termini di innovazione sociale, culturale, economica e politica.

Presidenti degli Ordini degli Architetti delle Province della Regione Emilia Romagna, funzionari di enti locali e regionali e liberi professionisti declineranno da differenti punti di vista il tema della rigenerazione urbana, confrontandosi su pratiche, progetti e metodi, misure incentivanti, normative di riuso e rigenerazione, oltre che sulla misurazione economica degli impatti.

La partecipazione è aperta a tutti e gratuita.

Per le disposizioni anti Covid del Ministero della Salute, tutti gli eventi sono a numero chiuso. Saranno adottate tutte le disposizioni per il distanziamento e l’applicazione delle misure di contenimento del Covid-19.

ALLEGATI