Parma Smart City?

Non solo studenti, ma molti colleghi, anche chi non si occupa di urbanistica, al seminario sulla Smart City, tenuto il 9 maggio all’Università di Parma. Forse è proprio il termine che è di moda, perché prefigura un mondo migliore a cui tutti aspiriamo.

Per Smart City si intende, in poche parole, l’applicazione delle nuove tecnologie alla città. I casi più interessanti nel Nord Europa, in Olanda, Germania, Svezia, hanno mostrato l’applicazione del concetto di Smart City in aree extraurbane di nuova edificazione, ma come affrontarne la questione quando è associata alla rigenerazione dei centri storici o di quartieri urbani esistenti? Questa è la prima grande domanda che è emersa durante il seminario.

E la seconda è sull’efficacia di un progetto che oggi ci viene venduto come ecologicamente compatibile, socialmente coinvolgente, una specie di meccanismo che trasforma tutte le città nella città ideale rinascimentale, o almeno quella che all’epoca si credeva tale.

Vale la pena invece, abbandonando le astrazioni, tornare alla definizione di Smart City e, come architetti e urbanisti, pensare in che modo affrontare l’adeguamento che sarà richiesto alle nostre città dalle nuove tecnologie. E fare in modo che la scelta di trasformazione porti a un vantaggio della comunità, non solo di poche grandi aziende, nel lungo braccio delle quali è felice intuire una smania di controllo.

La professione si evolve e ci lascia indietro, è evidente in ogni settore. Come urbanista mi è abbastanza semplice reperire la mappa degli acquedotti o la rete delle fognature della città, mentre invece non riesco mai a farmi un quadro esauriente dei cablaggi. Sicuramente sarà necessario fare formazione sul tema perché in un tradizionale corso di studi universitari di architettura non ve ne era traccia.

La nostra città potrebbe per esempio essere un caso esemplare per quanto riguarda l’automazione della guida, sviluppata da uno spin-off dell’Università di Parma. In un quartiere nei pressi della tangenziale ovest il Comune ha autorizzato i test di questi veicoli.

Cosa cambierà nella nostra vita? Pensiamo per esempio al fatto che per entrare in centro ci faremo accompagnare dalla nostra auto, a cui poi daremo istruzioni di andare ad aspettarci in qualche parcheggio periferico, per poi farci tornare a prendere quando ci fa comodo. Spariranno le auto dai centri storici? Con le tecnologie disponibili oggi questo è teoricamente già possibile.

Quindi torno alla domanda. Come cambierà il modo in cui progetteremo le città nel prossimo futuro? In fondo il nostro ruolo resta quello di comprendere, coordinare e alla fine tradurre questi cambiamenti in una forma urbana adeguata, in una “bella” forma. Dovremo operare concretamente, e al di là del quadro idilliaco prefigurato oggi dai media.

Architetti e ingegneri sono le sole figure professionali abilitate a firmare i piani urbanistici. La realizzazione della Smart City ci vedrà ancora centrali, quindi dovremo indirizzare la nostra formazione verso il nuovo modello di pianificazione territoriale. Ma allo stesso tempo sarà fondamentale ribadire l’importanza di una visione di sintesi, che impedisca alle città, implementate di oggetti interconnessi, di trasformarsi in spazi urbani squallidi e anonimi.

Fabio Ceci

fabioceci@nordprogettiparma.it

Che cosa diresti a un committente a proposito dei concorsi di progettazione?

Matteo, a che punto siamo con i concorsi di architettura?

Dal 2017 il CNAPPC ha introdotto i Bandi tipo per i Concorsi di progettazione e per l’affidamento di Servizi di Architettura e Ingegneria, in linea con la delibera ANC n°723/2018. L’obiettivo era evidenziare la centralità del progetto nei processi di trasformazione del territorio, snellire e rendere trasparenti le procedure e aprire il mercato dei lavori pubblici agli studi medio-piccoli. Da allora tutti gli Ordini provinciali si sono attivati per dare la massima diffusione a questo strumento, in modo da coinvolgere direttamente le pubbliche amministrazioni, ma anche i privati.

Tra i concorsi previsti dal CNAPPC un committente peròdi solito predilige concorsi a un grado o concorsi di idee…

Questo perché sulla carta sono più veloci e con minor impegno economico, ma prevedono invece un notevole impegno di risorse umane ed economiche per i partecipanti, che solitamente non viene adeguatamente compensato dai premi. E infatti per questo non c’è una buona risposta in termini di partecipazione. E siamo di nuovo daccapo.

Come funziona invece il concorso a due gradi e perché è il percorso migliore rispetto alle altre forme di concorso?

L’obiettivo principale è che committenti e partecipanti parlino un linguaggio comune, valorizzando la qualità del progetto e le risorse impiegate. Chi concorre a una progettazione in due gradi avrà un investimento per la prima fase estremamente ridotto, elaborando una proposta che si configura come “concept design”, mentre chi accederà alla seconda fase, in cui dovrà sviluppare con maggior dettaglio l’idea progettuale, avrà anche la certezza di ottenere il rimborso descritto nel singolo bando. Su tali basi la partecipazione dei professionisti è molto più numerosa e motivata a fare il meglio e questo va a vantaggio della generale qualità dei progetti presentati.

Ma concretamente come si supera questa mole di lavoro che un concorso richiede da parte della committenza?

Faccio l’esempio di Torrechiara. Quando nel 2018 abbiamo organizzato il concorso per Piazza Leoni, come Ordine ci siamo impegnati a offrire un supporto completo all’Amministrazione: abbiamo costruito insieme il bando, posto correttamente gli obiettivi, condiviso gli importi dei premi e il calendario, inoltre abbiamo messo a disposizione la nostra sede e abbiamo fatto da segreteria tecnica nell’utilizzo della piattaforma informatica apposita messa a punto dal CNAPPC. Tutto questo a titolo gratuito, perché il percorso fosse preso come esempio per tutte le amministrazioni sul territorio. Oggi un lavoro come quello da noi compiuto è stato codificato in una figura professionale, il Coordinatore di concorsi, un professionista formato e abilitato che affianca il Committente nel costruire il bando, dagli intenti fino alla sua conclusione con la gestione degli esiti. Il CNAPPC ha istituito un elenco speciale dei Coordinatori di Concorsi nazionali e/o internazionali, consultabile on-line. 

Se si vuole fare bene si può fare e questa è la strada.

Matteo Barbieri

studio@mbarch.it

link di riferimento:

https://www.concorsiawn.it/

http://www.awn.it/servizi/concorsi-piattaforma

http://www.awn.it/component/attachments/download/2135

Progettare e costruire – 04 OTTOBRE 2019

La ditta Green Design propone un corso di aggiornamento dal titolo “progettare e costruire nZEB” presso il cantiere in costruzione in Strada Bassa Dei folli 64-62 a Parma, composto da edificio con struttura portante in xlam, cappotto in sughero, in corso di certificazione CasaClima classe A, che si terrà il 04 OTTOBRE 2019 dalle 14.30 alle 18.30 (registrazioni ore 14.15)

Il corso si articola su tre temi:

1) Progettare e costruire nZEB – Edifici ad energia quasi zero

  • Progettazione integrata e garanzia finale del funzionamento complessivo di un edificio (DE 31/2010/CE)
  • Il vantaggio di certificare un edificio secondo il protocollo CasaClima
  • Piano di manutenzione integrata per la vita nominale di un edificio
  • Monitoraggio dei consumi e formazione al committente sul corretto utilizzo di un edificio nZeb

2) Elementi di fisica-tecnica per gli edifici in legno e valutazione costi/benefici

Il corso ha l’obiettivo di illustrare la metodologia di valutazione dei livelli ottimali di prestazione energetica in funzione dei costi introdotta dal regolamento Delegato (UE) N. 244/2012 (Norma di riferimento EN 15459) nonchè altre metodologie di valutazione utili nella professione. La metodologia di calcolo Cost Optional (EN15459) consiste nell’associare un valore di fabbisogno energetico e di costo globale a varianti tecnologiche dell’edificio. Le altre metodologie introdotte vengono illustrate al fine di fornire strumenti ottimali di valutazione dei costi/ricavi per la consulenza.

3) Appunti di cantiere

Nel corso si analizzano e approfondiscono i dettagli costruttivi nelle realizzazioni a struttura in legno, in laterocemento ed in calcestruzzo armato. Le indicazioni guida per la soluzione esecutiva dei nodi critici vengono illustrate attraverso il corretto assemblaggio dei materiali nelle fasi di cantiere. Lo scopo è formare tecnici che sappiano sviluppare con cura i dettagli costruttivi e gestire processi di posa a regola d’arte. Si assicurano così, oltre alle prestazioni energetiche degli edifici (riduzione dei ponti termici) anche la loro durabilità. Gli argomenti trattati sono presenti nella guida pratica del Master CasaClima “Appunti di cantiere” che riporta la relativa bibliografia di riferimento. 

Al termine è prevista la visita al cantiere e l’analisi dei dettagli costruttivi.

PROGRAMMA

14:15 Registrazione partecipanti

14:30-15:30 Progettare e Costruire nZEB – Edifici ad energia quasi zero

15:30-16:30 Elementi di fisica-tecnica per gli edifici in legno e valutazione costi/benefici

16:30-17:30 Appunti di cantiere

17:30-18:30 Visita di cantiere

RELATORI: Arch. Luca Devigili e Geom. Andrea Peron

Evento gratuito

Agli architetti verranno rilasciati 4 CFP

Iscrizioni su Im@ateria al sito www.imateria.awn.it

ALLEGATO

Locandina

MOLTEPLICiT(T)A’ – Spazi che accolgono relazioni in movimento. Incontro a Parma il 19 Settembre

Gli Ordini professionali di Architetti e Ingegneri danno inizio a livello regionale al percorso formativo MOLTEPLICi(T)TA’, promosso dalla Regione Emilia-Romagna, progettato e coordinato da CERPA Italia Onlus e CRIBA-ER, con il patrocinio di INU Nazionale e INU Emilia-Romagna.

La finalità principe è quella di integrare alle diverse scale d’intervento il tema del benessere ambientale includendo tutti coloro che abitano, con particolare riguardo alla rigenerazione, riqualificazione, resilienza e sostenibilità degli spazi antropizzati. Il percorso formativo, che si concluderà a dicembre 2020, è strutturato in diverse fasi/attività.

Il primo incontro si svolgerà per “macro aree territoriali” a Parma (per gli iscritti agli Ordini Architetti P.P.C. di Piacenza, Parma e Reggio Emilia) il 19 settembre 2019, ore 14:30-18:30, presso CDH Hotel Villa Ducale – Via del Popolo, 35 – angolo Viale Europa, 81 | 43122 Parma  

Durante questo primo incontro verranno individuate le tematiche da sviluppare con eventi formativi mirati ai singoli capoluoghi, i cui argomenti potranno essere diversificati tra loro in base alle esigenze manifestate.

I destinatari del percorso sono coloro che, a vario titolo con diverse competenze e ruolo, incidono con il loro operato sui luoghi dell’abitare e convivere, pertanto, sia al presente incontro sia a quelli a seguire sono invitati a partecipare: architetti, ingegneri e geometri libero professionisti, amministratori e tecnici ACER, amministratori e tecnici delle Pubbliche Amministrazioni e gestori del patrimonio pubblico.

L’incontro è gratuito e saranno riconosciuti 4 CFP dalla Federazione Ordini Architetti P.P.C. Emilia-Romagna per la formazione professionale continua.

Di seguito i link per le iscrizioni obbligatorie:

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSdYqERlN5R2GiQb-HwaUspNg9jlnMDzlm_dtXdiOTZQ-bnugA/viewform

Per info: infoemiliaromagna@gmail.com

ALLEGATO

Programma

DIVISARE: il servizio disponibile gratuitamente per tutti gli iscritti

Si comunica a tutti gli iscritti che l’Ordine ha stipulato una convenzione per l’uso del servizio DIVISARE a titolo gratuito. Tale iniziativa nasce dalla volontà di rendere disponibile il servizio come utile strumento nello svolgimento della professione. DIVISARE infatti è un archivio di architettura contemporanea unico nel suo genere e un ottimo strumento di aggiornamento per i professionisti della progettazione architettonica, contiene oltre 30 mila schede progetto accuratamente selezionate, raccolte in oltre 20 anni di lavoro e suddivise in oltre 600 collezioni raggruppate in 10 macro aree tematiche:

1) ELEMENTS con oltre 72 raccolte tematiche e più di 7 mila progetti è il più completo compendio dedicato agli elementi che compongono un edificio.
2) CITIES oltre 5 mila progetti di edifici pubblici suddivisi i 110 raccolte ognuna delle quali
dedicate ad una città diversa.
3) HOUSES oltre 8 mila progetti raccolti in 65 collezioni tematiche dedicate alla tipologia
architettonica più diffusa: la casa unifamiliare.
4) IDEAS è composto da 69 titoli di collezioni che raccolgono esclusivamente progetti non
realizzati.
5) MATERIALITY è composto da 40 raccolte dedicate a descrivere la realtà materica
dell’architettura e l’uso esemplare dei materiali da costruzione.
6) PLANS AND DETAILS. 20 collezioni dedicate a raccogliere elaborati grafici esemplari.
7) PRIVATE INTERIORS. Il mondo dell’architettura d’interni abitativa descritto in 84 collezione che raccolgono più di 8 mila progetti.
8) PUBLIC INTERIORS è composto da 36 raccolte che descrivono il mondo dell’architettura
d’interni non abitativa.
9) TOPICS. Questa sezione è la più eterogenea e raccoglie i progetti in base a categorie
tematiche, le sezioni sono 88.
10) TYPES la classica suddivisione dei progetti in base alla tipologia architettonica, le collezioni sono 103.

L’accesso al servizio potrà avvenire da parte degli iscritti richiedendo l’attivazione selezionando dall’elenco l’Ordine Architetti Parma alla pagina https://divisare.com/subscriptions 
a seguire sarà necessario inserire indirizzo email e numero di iscrizione ed inviare la richiesta.

La Segreteria autorizzerà le richieste, confermando l’iscrizione e inoltrando all’indirizzo email inserito in registrazione le credenziali di accesso.

CNAPPC: Concorsi di Progettazione e Servizi di Architettura e Ingegneria – aggiornati i bandi tipo al Decreto Sblocca Cantieri

CNAPPC “comunica che i bandi tipo per i concorsi di progettazione e di idee e per l’affidamento di servizi di architettura e ingegneria, redatti dal CNAPPC nel 2017 e recepiti dalla Rete delle Professioni Tecniche a Febbraio 2019, sono stati aggiornati al Decreto Sblocca Cantieri (DL 32/2019, convertito in L. 55/2019).

I bandi, aggiornati ad Agosto 2019, possono essere scaricati, in formato editabile, dalla sezione riservata alla “Guida ai bandi” nella home page del sito AWN. Si ricorda che i bandi tipo pubblicati sono finalizzati ad offrire alle stazioni appaltanti strumenti indispensabili per bandire concorsi di progettazione e per affidare servizi di architettura e ingegneria ai liberi professionisti, stabilendo regole trasparenti ed omogenee sul territorio nazionale e segnando una preziosa inversione di tendenza delle recenti politiche adottate per centralizzare la progettazione presso la pubblica amministrazione.

I bandi tipo, nel pieno rispetto delle norme vigenti, riducono il peso dei requisiti speciali richiesti ai concorrenti e rilanciano la centralità del progetto nei processi di trasformazione del territorio, promuovendo l’apertura del mercato dei lavori pubblici ai giovani di talento ed ai liberi professionisti in grado di garantire progetti di qualità, seppure non siano in possesso di notevoli requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi.”

ALLEGATO

Circolare n. 88_Prot. 1011_19 – Concorsi di Progettazione e Servizi di Architettura e Ingegneria: aggiornati i bandi tipo al Decreto Sblocca Cantieri

Ciclo di incontri: Il restauro dell’architettura moderna – teoria e prassi – aggiornamento del programma

Il ciclo di incontri IL RESTAURO DELL’ARCHITETTURA MODERNA: teoria e prassi è organizzato da Ordine Architetti Modena, Fondazione Architetti Modena e Assorestauro con la collaborazione dell’Ordine e della Fondazione Architetti di Firenze e do.co,mo.mo Italia con il supporto della ceramica Marca Corona e recuperoeconservazione_magazine e si articola nei seguenti incontri:

MODULO 1
venerdì 11 ottobre (8.30 – 18.30 – 9 ore)
sabato 12 ottobre (8.30 – 12.30 – 3 ore)
presso Sala Manifattura – Via Sant’Orsola 52 – Modena
Il processo di conoscenza: tecniche costruttive, materiali e finiture; cause e tipologie di degradi

MODULO 2
venerdì 18 ottobre (8.30 – 18.30 – 9 ore)
sabato 19 ottobre (8.30 – 13.00 – 3 ore)
presso Sala AVIS – Via Livio Borri 40- Modena
Il progetto del restauro del moderno, approccio al progetto: dal restauro alla rigenerazione

MODULO 3
venerdì 15 novembre (8.30 – 18.30 – 8 ore)
presso Sala Manifattura – Via Sant’Orsola 52 – Modena
Interventi di restauro delle finiture; recupero, riuso e valorizzazione

MODULO 4
venerdì 22 novembre (8.30 – 17.00 – 8 ore)
presso Sala Manifattura – Via Sant’Orsola 52 – Modena
Interventi a scala urbana: recupero, riuso e valorizzazione

ALLEGATI

MODULI RESTAURO_programma

MODULO ISCRIZIONE on-line

COSTI
Modulo 1: 122,00 € (100,00 € + IVA)
Modulo 2: 122,00 € (100,00 € + IVA)
Modulo 3: 85,40 € (70,00 € + IVA)
Modulo 4: 85,40 € (70,00 € + IVA)
Tutti i Moduli: 366,00 € (300,00 € + IVA)
Il versamento della quota di iscrizione dovrà essere effettuato entro il 20 settembre 2019, mediante bonifico bancario a: FONDAZIONE DEGLI ARCHITETTI DI MODENA – Modena – IBAN: IT89O0538712905000001458380.
Le iscrizioni saranno valide solo a seguito della compilazione del modulo di iscrizione e del versamento della quota.

CFP per iscritti Ordine Architetti P.P.C.:
Modulo 1 e Modulo 2: 13 CFP ciascuno
Modulo 3 e Modulo 4: 8 CFP ciascuno
Crediti formativi – IMPORTANTE: al fine di evitare spiacevoli inconvenienti si ricorda a tutti gli iscritti che, per ottenere il rilascio dei CFP è obbligatorio apporre la propria firma e l’orario in entrata e in uscita sul registro presenze per ogni giornata di corso. Ai fini del riconoscimento della validità del corso e l’ottenimento dei CFP corrispondenti è necessario che:
– la frequenza non sia inferiore all’80% di quella complessiva prevista;
– la prova finale, se prevista, venga superata.

A casa tutto bene? Scenari per progettare, costruire, abitare

Il 7 ottobre 2019, presso Centro Internazionale Loris Malaguzzi, 72/a Viale Bernardino Ramazzini, Reggio Emilia, si svolgerà l’evento gratuito, patrocinato dagli Ordini e Collegi della Provincia di Reggio Emilia A casa tutto bene? Scenari per progettare, costruire, abitare: L’evoluzione del concetto di sostenibilità e di efficienza nel costruire e nel benessere dell’abitare.

Giornata di formazione e approfondimento sull’innovazione progettuale  tecnologicacostruttiva e organizzativa per un’edilizia efficiente e sostenibile.

Progettisti, addetti ai lavori e rappresentanti delle istituzioni porteranno all’attenzione della platea problematiche, approcci e soluzioni, casi studio, proposte tecniche. Il mondo delle costruzioni affronta le sfide generate da una società in profonda trasformazione. 

> SCARICA IL PROGRAMMA

L’iscrizione è obbligatoria e deve essere effettuata attraverso il portale EventBrite cliccando sul link seguente:

https://www.eventbrite.it/e/biglietti-a-casa-tutto-bene-scenari-per-progettare-costruire-abitare-66670775083

CFP

8 Crediti formativi per Architetti

Concorso di progettazione – Complesso scolastico “G.B. Cavalcaselle” Legnago

In data 29 agosto sono stati pubblicati sul sito internet del Comune di Legnago (VR) nelle sezioni “Bandi e concorsi” – “Bandi e gare di appalto”, gli atti di gara per procedura aperta di seguito riportata:

CONCORSO DI PROGETTAZIONE complesso scolastico “G.B. Cavalcaselle” Legnago (VR), CIG: 7997688CE9 CUP: B14I19000250005 (SERVIZI DI PROGETTAZIONE) CUP: B13H19000320007 (ESECUZIONE LAVORI)

Oggetto del presente Concorso di progettazione è l’acquisizione, dopo l’espletamento del secondo grado, di un progetto con livello di approfondimento pari a quello di un “Progetto di fattibilità tecnica ed economica, con la conseguente individuazione del soggetto vincitore a cui, previo reperimento delle risorse economiche necessarie, affidare, con procedura negoziata senza bando, le fasi successive della progettazione, de coordinamento della sicurezza in fase di progettazione e della direzione dei lavori.

Amministrazione aggiudicatrice: COMUNE DI LEGNAGO

Procedura di gara: aperta tramite la piattaforma web concorsiawn.it

Termine ricezione proposte progettuali:

  • di 1° grado: 24 ottobre 2019 ore 12:00
  • di 2° grado: 18 dicembre 2019 ore 12:00 

Premi:

Il Concorso si concluderà con una graduatoria di merito e con l’attribuzione dei seguenti premi:

  • Premio per il 1° classificato: 29.427,43 Euro;
  • Premio per il 2° classificato: 4.000,00 Euro;
  • Premio per il 3° classificato: 3.500,00 Euro;
  • Premio per il 4° classificato: 2.500,00 Euro;
  • Premio per il 5° classificato: 2.000,00 Euro.

Agli autori di tutte le proposte meritevoli (primi cinque classificati più eventuali altre proposte meritevoli di menzione), verrà rilasciato un Certificato di Buona Esecuzione del Servizio, utilizzabile a livello curriculare, sia in termini di requisiti di partecipazione che di merito tecnico nell’ambito di procedure di affidamento di servizi di architettura ingegneria.

Per consultare e scaricare la documentazione completa collegarsi al link www.concorsiawn.it/complesso-scolastico-cavalcaselle

Abitare + #Learningtour 2019: Efficienza energetica, adeguamento sismico e comfort abitativo

Nell’ambito della progettazione e della riqualificazione ad alta Efficienza Energetica, il Tour affronta il tema della Sicurezza come adeguamento e miglioramento sismico secondo nuove normative tecniche e il tema del Comfort abitativo, inteso come qualità dell’aria, condizioni termiche, acustiche e ottiche.

L’obiettivo è di integrare efficienza energetica, adeguamento sismico e comfort degli ambienti interni, dalla progettazione alla messa in opera, individuando materiali e strategie di intervento.

Il convegno si terrà a Parma il 17 OTTOBRE 2019, presso CDH HOTEL VILLA DUCALE – Viale Europa 81 – Angolo Via del Popolo, 43122 Parma PR.

DURATA DEL SEMINARIO:

4 ORE

ORARIO DI LEZIONE:

14:00-18:30

GRATUITO

ISCRIZIONE:

Obbligatoria (posti limitati)

http://www.abitareapiu.com/formazione/learning-tour/

CFP:

4 CFP ARCHITETTI

Convegno: Il patrimonio culturale dell’Emilia-Romagna sulla via della digitalizzazione e della valorizzazione

Segnaliamo il Convegno “Il patrimonio culturale dell’Emilia-Romagna sulla via della digitalizzazione e della valorizzazione” organizzato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali per l’Emilia-Romagna, che si terrà il 19 settembre p.v. dalle ore 9:30 alle ore 14:45 presso la Sala Asia PAD 1 – Fiera di Ferrara, nell’ambito della XXVI edizione del Salone internazionale del restauro, dei musei e delle imprese culturali.

Il convegno analizza lo stato di avanzamento dei progetti di restauro e riqualificazione previsti dal progetto Ducato Estense e la sua stretta connessione con il processo di digitalizzazione del patrimonio culturale regionale attraverso lo sviluppo del portale Tourer.it.

La partecipazione è gratuita e prevede il riconoscimento di 4 CFP, assegnati dalla Federazione Ordini Architetti P.P.C. Emilia Romagna.

Per accedere gratuitamente al Salone, i partecipanti al convegno dovranno pre-registrarsi all’indirizzo http://webland2000.com/restauro2019/

ALLEGATO

Programma del convegno

Corso: Architettura e sistemi costruttivi

Action Group S.r.l organizza a Parma un evento gratuito dal titolo: ARCHITETTURA E SISTEMI COSTRUTTIVI che si terrà il 26 NOVEMBRE dalle ore 09:00 alle ore 17:30, presso NH HOTEL Viale Paolo Borsellino, 31 – Parma.

Interverranno dott. MASSIMILIANO FERRARI Studio Ferrari Associati, ing. GRAZIANO SALVALAI, Politecnico di Milano, arch. SERGIO ROMEO Studio_Ro.k Architects, modera dott. Domenico Latanza.

CFP

6 CFP per Architetti

ISCRIZIONI

Al link della locandina allegata.