E’ aperta la call per partecipare a SCORRIBANDE!

Per l’edizione 2020 della manifestazione OPEN – STUDI APERTI, il nostro Ordine apre una call agli architetti parmensi, chiedendo di mettere a disposizione il proprio studio e di organizzare, con il nostro supporto, un laboratorio didattico per bambini sui temi dell’architettura e della città.

Nell’ambito degli eventi che celebreranno Parma Capitale della Cultura 2020, l’Ordine degli Architetti PPC di Parma ha deciso di dedicare l’iniziativa nazionale OPEN – STUDI APERTI in preparazione per il prossimo anno, ai bambini, organizzando 3 giornate di laboratori, visite guidate e discussioni sulla città e sulla sua architettura.

Nel fine settimana di 15-16 e 17 maggio 2020 la città di Parma sarà teatro di eventi che avranno per tema l’architettura, pensati e dedicati ai più piccoli. La manifestazione, promossa dall’Ordine, in collaborazione con una serie di realtà culturali parmensi che operano nel settore dell’arte e dell’educazione, avrà per titolo “Scorribande”. Organizzeremo infatti vere e proprie “incursioni” dei bambini nella città degli adulti, per presentare a tutti l’architettura con occhi nuovi.

Protagonisti dell’evento saranno i bambini ma, attraverso il loro sguardo, il progetto intende far apprezzare la città, le sue piazze e i suoi interni anche agli adulti che li accompagneranno.

“Scorribande” è stato selezionato tra i progetti vincitori del Bando 2020 Parma Capitale della Cultura.

Le modalità di adesione a Scorribande possono essere diverse. Noi caldeggiamo un completo coinvolgimento dello studio, nell’apertura al pubblico per ospitare un laboratorio, ma anche nella concezione del laboratorio stesso, o in una “lezione” d’architettura con il linguaggio dei bambini, o altra formula didattica liberamente proposta. L’obiettivo per tutti è introdurre all’architettura i bambini, solitamente esclusi dalla conoscenza della disciplina, attraverso il gioco e l’osservazione guidata dello spazio, del patrimonio architettonico antico e contemporaneo, e della città.

L’Ordine sarà al fianco dei singoli studi per occuparsi del coordinamento dei laboratori e per fornire supporto organizzativo e logistico. La call resterà aperta da oggi 14 novembre fino al 15 gennaio 2020, periodo in cui chi volesse dare la propria adesione al progetto è invitato a contattare per qualsiasi informazione la Segreteria dell’Ordine, scrivendo a formazione@archiparma.it.

Vi aspettiamo numerosi perché non vediamo l’ora di vedere Parma con gli occhi dei bambini!

Parma Smart City?

Non solo studenti, ma molti colleghi, anche chi non si occupa di urbanistica, al seminario sulla Smart City, tenuto il 9 maggio all’Università di Parma. Forse è proprio il termine che è di moda, perché prefigura un mondo migliore a cui tutti aspiriamo.

Per Smart City si intende, in poche parole, l’applicazione delle nuove tecnologie alla città. I casi più interessanti nel Nord Europa, in Olanda, Germania, Svezia, hanno mostrato l’applicazione del concetto di Smart City in aree extraurbane di nuova edificazione, ma come affrontarne la questione quando è associata alla rigenerazione dei centri storici o di quartieri urbani esistenti? Questa è la prima grande domanda che è emersa durante il seminario.

E la seconda è sull’efficacia di un progetto che oggi ci viene venduto come ecologicamente compatibile, socialmente coinvolgente, una specie di meccanismo che trasforma tutte le città nella città ideale rinascimentale, o almeno quella che all’epoca si credeva tale.

Vale la pena invece, abbandonando le astrazioni, tornare alla definizione di Smart City e, come architetti e urbanisti, pensare in che modo affrontare l’adeguamento che sarà richiesto alle nostre città dalle nuove tecnologie. E fare in modo che la scelta di trasformazione porti a un vantaggio della comunità, non solo di poche grandi aziende, nel lungo braccio delle quali è felice intuire una smania di controllo.

La professione si evolve e ci lascia indietro, è evidente in ogni settore. Come urbanista mi è abbastanza semplice reperire la mappa degli acquedotti o la rete delle fognature della città, mentre invece non riesco mai a farmi un quadro esauriente dei cablaggi. Sicuramente sarà necessario fare formazione sul tema perché in un tradizionale corso di studi universitari di architettura non ve ne era traccia.

La nostra città potrebbe per esempio essere un caso esemplare per quanto riguarda l’automazione della guida, sviluppata da uno spin-off dell’Università di Parma. In un quartiere nei pressi della tangenziale ovest il Comune ha autorizzato i test di questi veicoli.

Cosa cambierà nella nostra vita? Pensiamo per esempio al fatto che per entrare in centro ci faremo accompagnare dalla nostra auto, a cui poi daremo istruzioni di andare ad aspettarci in qualche parcheggio periferico, per poi farci tornare a prendere quando ci fa comodo. Spariranno le auto dai centri storici? Con le tecnologie disponibili oggi questo è teoricamente già possibile.

Quindi torno alla domanda. Come cambierà il modo in cui progetteremo le città nel prossimo futuro? In fondo il nostro ruolo resta quello di comprendere, coordinare e alla fine tradurre questi cambiamenti in una forma urbana adeguata, in una “bella” forma. Dovremo operare concretamente, e al di là del quadro idilliaco prefigurato oggi dai media.

Architetti e ingegneri sono le sole figure professionali abilitate a firmare i piani urbanistici. La realizzazione della Smart City ci vedrà ancora centrali, quindi dovremo indirizzare la nostra formazione verso il nuovo modello di pianificazione territoriale. Ma allo stesso tempo sarà fondamentale ribadire l’importanza di una visione di sintesi, che impedisca alle città, implementate di oggetti interconnessi, di trasformarsi in spazi urbani squallidi e anonimi.

Fabio Ceci

fabioceci@nordprogettiparma.it

Che cosa diresti a un committente a proposito dei concorsi di progettazione?

Matteo, a che punto siamo con i concorsi di architettura?

Dal 2017 il CNAPPC ha introdotto i Bandi tipo per i Concorsi di progettazione e per l’affidamento di Servizi di Architettura e Ingegneria, in linea con la delibera ANC n°723/2018. L’obiettivo era evidenziare la centralità del progetto nei processi di trasformazione del territorio, snellire e rendere trasparenti le procedure e aprire il mercato dei lavori pubblici agli studi medio-piccoli. Da allora tutti gli Ordini provinciali si sono attivati per dare la massima diffusione a questo strumento, in modo da coinvolgere direttamente le pubbliche amministrazioni, ma anche i privati.

Tra i concorsi previsti dal CNAPPC un committente peròdi solito predilige concorsi a un grado o concorsi di idee…

Questo perché sulla carta sono più veloci e con minor impegno economico, ma prevedono invece un notevole impegno di risorse umane ed economiche per i partecipanti, che solitamente non viene adeguatamente compensato dai premi. E infatti per questo non c’è una buona risposta in termini di partecipazione. E siamo di nuovo daccapo.

Come funziona invece il concorso a due gradi e perché è il percorso migliore rispetto alle altre forme di concorso?

L’obiettivo principale è che committenti e partecipanti parlino un linguaggio comune, valorizzando la qualità del progetto e le risorse impiegate. Chi concorre a una progettazione in due gradi avrà un investimento per la prima fase estremamente ridotto, elaborando una proposta che si configura come “concept design”, mentre chi accederà alla seconda fase, in cui dovrà sviluppare con maggior dettaglio l’idea progettuale, avrà anche la certezza di ottenere il rimborso descritto nel singolo bando. Su tali basi la partecipazione dei professionisti è molto più numerosa e motivata a fare il meglio e questo va a vantaggio della generale qualità dei progetti presentati.

Ma concretamente come si supera questa mole di lavoro che un concorso richiede da parte della committenza?

Faccio l’esempio di Torrechiara. Quando nel 2018 abbiamo organizzato il concorso per Piazza Leoni, come Ordine ci siamo impegnati a offrire un supporto completo all’Amministrazione: abbiamo costruito insieme il bando, posto correttamente gli obiettivi, condiviso gli importi dei premi e il calendario, inoltre abbiamo messo a disposizione la nostra sede e abbiamo fatto da segreteria tecnica nell’utilizzo della piattaforma informatica apposita messa a punto dal CNAPPC. Tutto questo a titolo gratuito, perché il percorso fosse preso come esempio per tutte le amministrazioni sul territorio. Oggi un lavoro come quello da noi compiuto è stato codificato in una figura professionale, il Coordinatore di concorsi, un professionista formato e abilitato che affianca il Committente nel costruire il bando, dagli intenti fino alla sua conclusione con la gestione degli esiti. Il CNAPPC ha istituito un elenco speciale dei Coordinatori di Concorsi nazionali e/o internazionali, consultabile on-line. 

Se si vuole fare bene si può fare e questa è la strada.

Matteo Barbieri

studio@mbarch.it

link di riferimento:

https://www.concorsiawn.it/

http://www.awn.it/servizi/concorsi-piattaforma

http://www.awn.it/component/attachments/download/2135

Avviso per ricevimento candidature finalizzate al conferimento di incarico a tempo indeterminato ISTRUTTORE DIRETTIVO (TECNICO) ENERGY MANAGER, Settore Ambiente Comune di Carpi

A seguito della valutazione della opportunità di provvedere ad un ampliamento della platea dei candidati dell’avviso ricognitivo per il ricevimento di candidature finalizzate al conferimento di un incarico a tempo determinato di alta specializzazione ai sensi dell’ art. 110, comma 1, dlgs n. 267/2000, Istruttore direttivo (tecnico) Energy manager, presso il Settore Ambiente del Comune di Carpi è disposta la proroga del termine per la presentazione delle domande di partecipazione al 31 gennaio 2020 alle ore 12:30, secondo le modalità già previste dall’avviso ricognitivo, disponibile al link https://www.terredargine.it/amministrazione-trasparente/12102-bandi-di-concorso-uta/bandi-e-avvisi-di-selezione/84087-avviso-ricognitivo-per-il-ricevimento-di-candidature-finalizzate-al-conferimento-di-un-incarico-a-tempo-determinato-di-alta-specializzazione-funzionario-responsabile-della-pianificazione-territoriale-e-urbanistica-cat-d

Formazione: REPLICA evento “Vestire le superfici – Le soluzioni innovative a Wallcovering”

OAPPC di Parma insieme a Parmigiana Rivestimenti Pavimenti, avvalendosi della collaborazione di Officinarkitettura, propone la replica dell’incontro dal titolo “Vestire le Superfici – Le soluzioni innovative a Wallcovering“, che si terrà presso PARMIGIANA RIVESTIMENTI PAVIMENTI, Strada Langhirano 321/A, Parma, il giorno 30 gennaio 2020, ore 14:30 –  17:30.

Lo sviluppo di nuove tecnologie digitali permette oggi di realizzare superfici uniche, su misura. Grandi lastre in grès o carte da parati diventano così per i tecnici un vero e proprio spazio progettuale. 

Il progettista non è più soggetto passivo, che utilizza un materiale prefinito, ma un vero e proprio creativo, coinvolto nel sistema produttivo, che può scegliere, creare o modificare il materiale in base al progetto e alle sue esigenze. 

L’obiettivo del corso è quello di fornire ai progettisti tutte le conoscenze tecniche, prima di tutto, per poter scegliere il supporto più adatto alle proprie necessità, in seguito, per poter gestire al meglio un vero e proprio strumento progettuale, customizzabile e altamente tecnologico. 

Per potere fare ciò è necessario che acquisisca dimestichezza col prodotto, ne comprenda le caratteristiche, le potenzialità e che, in fase esecutiva, possa sapere valutare le condizioni migliori per una buona resa. 

Grazie alla presentazione di lavori concretamente eseguiti potrà inoltre vedere la resa dei prodotti presentati e comprenderne le potenzialità progettuali.

PROGRAMMA: 

14.30 Inizio 

14.45 PRIMA PARTE Materiali innovativi, tipi di supporto e destinazioni d’uso

  • Grès laminato sottile decorato con tecnologia a freddo 
  • Carta da parati/TNT vinilico ignifugo e lavabile 
  • Carta in fibra di vetro con coating superficiale 
  • Carta da parati Acustic “fonoassorbente” 

16.30 SECONDA PARTE Case History e corretta applicazione delle superfici 

  • Attrezzatura ed accorgimenti 
  • Preparazione del supporto 
  • Posa del parato

 17.30 Fine

CFP

3

ISCRIZIONI

Evento gratuito, iscrizioni su Im@teria

Non sarà consentita la partecipazione e non verranno quindi attribuiti crediti a chi ha già preso parte all’incontro dello scorso 05 dicembre 2019.

ALLEGATO

Locandina

Formazione: REPLICA evento “SUPERFICI A SECCO – nuove tecnologie e valorizzazione acustica”

OAPPC di Parma insieme a Parmigiana Rivestimenti Pavimenti, avvalendosi della collaborazione della ditta Skema, propone la replica dell’incontro sul tema delle superfici a secco, che si terrà presso PARMIGIANA RIVESTIMENTI PAVIMENTI, Strada Langhirano 321/A, Parma, il giorno 06 febbraio 2020, ore 14:30 –  18:30.

Obbiettivi del seminario:

  • Fornire una visione del mercato delle SUPERFICI CALDE oggi realizzate principalmente con tecnologie avanzate e con materie prime caratterizzate da Legno e Polimeri;
  • Conoscenza dell’impiego trasversale delle pavimentazioni interne con proprietà isolanti grazie alla “posa a secco”;
  • Valutazione e conoscenza del problema acustico negli ambienti, dei sistemi di assorbimento acustico, con particolare attenzione all’ambito della ristrutturazione, utilizzando tecnologia di realizzazione a secco anche di contropareti.

PROGRAMMA: 

ore 14:30 – Prima parte: Superfici a secco ingegnerizzate per interno ed esterno

  • Presentazione nuove tecnologie a basso spessore
  • Possibilità di impiego e Case History

17:00 – Seconda parte: Valorizzazione acustica

  • Criteri di valutazione per lo stato di fatto e di progetto
  • Valutazione acustica FONOISOLANTE e FONOASSORBENTE

17:45 – Terza parte: Campionatura materiali e esemplificazione sistemi costruttivi

Evento gratuito

CFP

4

ISCRIZIONI

Im@teria

Non sarà consentita la partecipazione e non verranno quindi attribuiti crediti a chi ha già preso parte all’incontro dello scorso 21 novembre 2019  

ALLEGATO

Locandina

“Tirocini professionali: Presentazione del progetto di Tirocinio Professionale ai sensi del DPR 328/01” Evento frontale ed evento in streaming

Il giorno 20 gennaio 2020, dalle ore 15.00 alle ore 19.00, presso Università degli Studi di Ferrara, Dipartimento di Architettura, Via Quartieri 8, Aula Magna, si terrà l’evento Il Tirocinio Professionale  ai sensi del DPR 328/01, CFP 4 (MATERIE ORDINISTICHE), CODICE IM@teria: ARFE11122019113731T10CFP00400 

Modalità iscrizione: Per chi intendesse seguire l’evento in modalità frontale, si specifica che dovrà OBBLIGATORIAMENTE prenotare posto attraverso IM@teria. La partecipazione è aperta a tutti gli iscritti di tutti gli Ordini provinciali. Il Seminario Formativo si svolgerà il giorno 20/01/2020 p.v. dalle ore 15.00 alle ore 19.00.

Sarà possibile anche seguire l’evento in modalità EVENTO WEBINAR @ FAD SINCRONO:

TIROCINIO PROFESSIONALE | WEBINAR | Presentazione del progetto di Tirocinio Professionale ai sensi del DPR 328/01 – Unife, Dip. di Architettura, CNAPPC

Seminario – Evento in FAD Sincrono, Aula virtuale – 20 gennaio 2020 – dalle 15:00 alle 19:00 – CFP 4 (MATERIE ORDINISTICHE)

CODICE IM@teria: ARFE14012020105953T10CFP00400  

Modalità iscrizione: il Seminario Formativo sarà erogato a mezzo webinar il giorno 20/01/2020 p.v. dalle ore 15.00 alle ore 19.00, previa iscrizione OBBLIGATORIA attraverso la Piattaforma IM@teria (e successiva prenotazione posto in aula virtuale seguendo le istruzioni presenti nell’area riservata im@teria dell’evento – che viene visualizzata solo dopo avere effettuato la prenotazione attraverso IM@teria).
La partecipazione all’evento è gratuita e ai sensi delle vigenti linee guida e in base al report restituito dal software utilizzato per l’erogazione del webinar, dà diritto all’acquisizione di n° 4 crediti formativi (materie ordinistiche).

 I cfp per gli aventi diritto ai sensi delle vigenti linee guida formazione saranno validati in im@teria dall’Organizzatore, entro 30 giorni dalla fine dell’evento; si richiede pertanto ai partecipanti di non sollecitare l’Organizzatore prima della scadenza del periodo indicato.  Si ricorda agli Iscritti che per la verifica della presenza all’evento in modalità webinar l’Organizzatore si baserà su dati restituiti dal software utilizzato. Si raccomanda pertanto di evitare di abbandonare la sessione, di utilizzare connessioni stabili e performanti e di seguire per tutta la durata dell’evento da unico dispositivo.

ALLEGATO

Programma

Concorso di progettazione Scuola dell’infanzia “Laurin” – Lana

Oggetto del concorso è l’elaborazione di un progetto di fattibilità tecnica ed economica per l‘ampliamento della Scuola dell’infanzia “Laurin” e la realizzazione di una nuova microstruttura per la prima infanzia.

L’obiettivo del concorso è la realizzazione di ambienti idonei per entrambe le strutture, individuando il progetto giudicato migliore sul piano qualitativo ed economico, con la migliore soluzione funzionale complessiva e con un concetto urbanistico e architettonico convincente.

Il costo di costruzione stimato secondo il programma planivolumetrico approvato ammonta a euro 3.100.000,00, oneri della sicurezza inclusi.

Il concorso di progettazione si svolge mediante procedura ristretta; esso sarà articolato in unica fase, preceduto da una procedura di prequalifica dei candidati in forma palese

CALENDARIO

Per lo svolgimento del concorso sono previste le seguenti scadenze:

  • 09.01.2020 pubblicazione del bando del Disciplinare di concorso
  • 06.02.2020 pubblicazione risposte quesiti – prequalifica
  • 21.02.2020, ore 12:00 consegna documentazione – prequalifica,
  • 24.02.2020 ore 9:00, apertura dei plichi – prequalifica
  • 10.04.2020 pubblicazione dei 15 candidati scelti per la fase concorsuale
  • 01.05.2020 richiesta chiarimenti, fase concorsuale
  • 11.05.2020 pubblicazione verbale colloquio e risposte quesiti, fase concorsuale
  • entro
  • 12.08.2020 ore 12:00 consegna dei progetti
  • 14.08.2020, ore 9:00 apertura dei plichi – fase concorsuale

AFFIDAMENTO DELL’INCARICO

Per la realizzazione dell’opera al vincitore del concorso verrà richiesto di presentare, sulla base del suo progetto e delle disposizioni del D.M. 17 giugno 2016 e della d.g.p. n. 1308/2014, un offerta per i seguenti fasi prestazionali: progettazione definitiva ed esecutiva, direzione dei lavori, progettazione e direzione dei lavori per l’arredamento.

In caso di vincitori ex equo tutti i vincitori verranno invitati a presentare un’offerta e a partecipare alla negoziazione.

E` possibile scaricare il bando ed il disciplinare allegato al link: https://www.comune.lana.bz.it/it/Concorso_di_progettazione_Scuola_dell_infanzia_Laurin_Lana

Parma Di Altri Tempi Rinasce Con Piccoli Archivi Di Quartiere: Una Mostra Per Perdersi Nella Memoria

Inaugura domenica 12 gennaio, (ore 17:00-20:00, Officina Arti Audiovisive) la mostra Piccoli Archivi di Quartiere. 3 spazi espositivi, un documentario, una mostra multimediale che conclude un lavoro durato un anno per recuperare le storie, le voci, le attuali memorie di tre storici quartieri di Parma: Oltretorrente, Montanara e San Leonardo

I ricordi familiari, video e fotografie del passato, insieme ad interviste, approfondimenti storici, sono l’esito di un lavoro di ricerca condotto da professionisti insieme alle studentesse e studenti dell’Albertina Sanvitale e del Liceo Giacomo Ulivi. Un modo personale di vivere e interpretare Parma 2020, in un progetto pensato per salvare le memorie cittadine restituendole ai più giovani e alla collettività

La mostra prenderà vita in quattro luoghi della città: all’Officina Arti Audiovisive, il suo cuore principale, in via Mafalda di Savoia 17/a (aperta ogni giovedì dalle 17:00 alle 21:00 e il sabato dalle 10:00 alle 13:00), al Centro Cinema Lino Ventura, in via M. D’Azeglio 45/d, presso le Officine On/Off, strada Naviglio Alto 4/1, e nella storica edicola in piazzale della Steccata.

La mostra, ad ingresso gratuito, durerà fino al 22 febbraio. Saranno organizzate anche delle visite guidate alla mattina per le classi (su prenotazione)

“Piccoli archivi di quartiere” è un progetto finanziato dal MIUR e dal Mibac per il piano nazionale “Cinema per la scuola”, e ha previsto la ricerca, il recupero e la valorizzazione delle memorie audiovisive degli abitanti dei quartieri di Parma, Oltretorrente, Montanara e San Leonardo, simboli dello sviluppo urbanistico della città.

ALLEGATO

Locandina

Viaggio di studio ad Atene

L’Ordine degli Architetti di Parma è lieto di trasmettere agli iscritti la seguente iniziativa:

Viaggio di studio ad Atene dal 22 al 25 maggio 2020

Il costo del viaggio è di € 550,00* euro a persona, aperto ai soli iscritti all’OAPPC, e comprende:

  • Volo A/R Milano Malpensa – Atene
  • Tre notti in albergo ad Atene in hotel 4 stelle con trattamento di pernottamento e prima colazione (sistemazione in camera doppia);
  • Pullman per transfert Parma – Malpensa;

note:
Supplemento camera singola: 150,00 euro (totale 700,00* euro).

Il costo indicativo di € 550,00* (€ 700,00 in camera singola) è previsto per un numero di partecipanti superiore a 22.

Al fine di confermare la propria adesione al viaggio, dovrà essere compilato l’apposito Google Forms in allegato alla comunicazione entro e non oltre il 31 gennaio 2020.

PROGRAMMA DI MASSIMA

VENERDI 22 Maggio (pomeriggio):

Arrivo ad Atene, visita del centro storico e passeggiata nel pomeriggio sulle orme di Pikionis. Visita al Museo dell’Acropoli di Bernard Tschumi.

SABATO 23 Maggio

Visita alla Fondazione Niarchos di Renzo Piano in mattinata. Nel pomeriggio visita al Museo dell’arte Cicladica e visita al quartiere di Anafiotika.

DOMENICA 24 Maggio

Visita in mattinata al Museo Benaki o all’EMST (Museo di Arte Contemporanea), poi pranzo verso il mare e pomeriggio libero con opzione per visita al quartiere di Faliro.

LUNEDI 25 Maggio

Visita alla fondazione Goulandris (o al TAF oppure all’Onassis Foundation) e poi rientro verso Parma

Il viaggio darà diritto a n. 4 crediti formativi.

Chi fosse intenzionato a partecipare, è pregato di compilare l’apposito Google Forms in allegato, per domande, chiarimenti ed estremi per il versamento della caparra di conferma, si potrà scrivere alla mail:  info@archiparma.it  referente: Pietro Cattabiani

oppure prendendo contatti con la segreteria:  Borgo Retto 21/A – 43121 Parma  Tel:  0521. 283087

Orari di apertura al pubblico: Dal lunedì al venerdì dalle ore 11:00 alle 13:00 – Lunedì, mercoledì e giovedì dalle ore 14,30 alle 17:00

ALLEGATO

“Porta Barete rinasce” – Concorso di progettazione in due gradi per la riqualificazione urbana dell’area di Porta Barete nel Comune di L’Aquila

Il Comune dell’Aquila bandisce un concorso internazionale di progettazione per la riqualificazione urbana dell’area di Porta Barete nel Comune di L’Aquila, con procedura aperta, il cui oggetto è l’acquisizione, dopo l’espletamento del secondo grado, di un progetto con livello di approfondimento pari a quello di un progetto di fattibilità tecnica ed economica.  

Il concorso, aperto agli Architetti e agli Ingegneri, è articolato in due gradi in forma anonima. 

Per garantire anonimato e condizioni uniformi di partecipazione le procedure del concorso e il rapporto fra Ente banditore e concorrente avverranno esclusivamente per via telematica attraverso il sito www.portabareterinasce.concorrimi.it

Al sito sopra citato il concorrente avrà accesso mediante registrazione e potrà scaricare il materiale necessario alla partecipazione, formulare quesiti, consultare l’apposita pagina “news” e consegnare mediante caricamento gli elaborati delle proposte progettuali sia del primo che del secondo grado.

CALENDARIO DEL CONCORSO

Le principali scadenze della procedura del Concorso sono le seguenti:

  • 07.01.2020 ore 12:00:00
    Termine per la ricezione delle richieste di chiarimento per il primo grado;
  • 13.01.2020 ore 12:00:00
    Termine per la pubblicazione delle risposte alle richieste di chiarimento pervenute entro il 07.01.2020 per il primo grado;
  • 07.02.2020 ore 12:00:00
    Termine ultimo per la ricezione delle proposte progettuali relative al primo grado;
  • 10.02.2020 ore 10:00:00
    Prima seduta pubblica della Commissione giudicatrice, per la lettura o pubblicazione dei codici alfanumerici attribuiti dal sistema telematico alle diverse proposte;
  • 28.02.2020 ore 12:00:00
    Comunicazione delle proposte progettuali ammesse al secondo grado del concorso;
  • 31.03.2020 ore 12:00:00
    Termine ultimo per la ricezione delle richieste di chiarimento per il secondo grado;
  • 07.04.2020 ore 12:00:00
    Termine ultimo per la pubblicazione delle risposte ai quesiti formulati per il secondo grado;
  • 07.05.2020 ore 12:00:00
    Termine ultimo per la ricezione delle proposte progettuali relative al secondo grado;

PREMI E RIMBORSO SPESE

Il vincitore del concorso riceverà un premio di € 72.486,54 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge).  
Al concorrente risultato secondo classificato è riconosciuto un premio di € 13.956,80 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge). 
Ciascuno dei successivi 3 (tre) concorrenti riceverà un rimborso spese di € 5.646,16 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge). 

Restarting community spaces: urban regeneration of Segrate city center

Il Comune di Segrate bandisce un concorso internazionale per la progettazione di una nuova scuola primaria e per il ridisegno degli spazi pubblici adiacenti, situati in Segrate, con procedura aperta, il cui oggetto è l’acquisizione, dopo l’espletamento del secondo grado, di un progetto con livello di approfondimento pari a quello di un progetto di fattibilità tecnica ed economica.  

Il concorso, aperto agli Architetti e agli Ingegneri, è articolato in due gradi in forma anonima. 

Per garantire anonimato e condizioni uniformi di partecipazione le procedure del concorso e il rapporto fra Ente banditore e concorrente avverranno esclusivamente per via telematica attraverso il sito www.segraterestartingcommunityspaces.concorrimi.it

Al sito sopra citato il concorrente avrà accesso mediante registrazione e potrà scaricare il materiale necessario alla partecipazione, formulare quesiti, consultare l’apposita pagina “news” e consegnare mediante caricamento gli elaborati delle proposte progettuali sia del primo che del secondo grado.

CALENDARIO DEL CONCORSO

Le principali scadenze della procedura del Concorso sono le seguenti:

  • 21.01.2020 ore 12:00:00
    Termine per la ricezione delle richieste di chiarimento per il primo grado;
  • 27.01.2020 ore 12:00:00
    Termine per la pubblicazione delle risposte alle richieste di chiarimento pervenute entro il 21.01.2020 per il primo grado;
  • 11.02.2020 ore 12:00:00
    Termine ultimo per la ricezione delle proposte progettuali relative al primo grado;
  • 25.02.2020 ore 12:00:00
    Comunicazione delle proposte progettuali ammesse al secondo grado del concorso;
  • 18.03.2020 ore 12:00:00
    Termine ultimo per la ricezione delle richieste di chiarimento per il secondo grado;
  • 23.03.2020 ore 12:00:00
    Termine ultimo per la pubblicazione delle risposte ai quesiti formulati per il secondo grado;
  • 24.04.2020 ore 12:00:00
    Termine ultimo per la ricezione delle proposte progettuali relative al secondo grado;

PREMI E RIMBORSO SPESE

Il vincitore del concorso riceverà un premio di € 55.000,00 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge).  
Al concorrente risultato secondo classificato è riconosciuto un premio di € 8.000,00 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge). 
Al concorrente risultato terzo classificato è riconosciuto un premio di € 6.000,00 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge). 
Ciascuno dei successivi 2 (due) concorrenti riceverà un rimborso spese di € 3.000,00 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge). 

Concorso di progettazione: Realizzazione del nuovo ponte sul Piave e viabilità di accesso

Il concorso di progettazione riguarda la realizzazione di un nuovo collegamento viabile tra destra e sinistra Piave in località Lambioi, in sostituzione del collegamento provvisorio (ponte Bailey e relativa viabilità di accesso) attualmente esistente, realizzato nel 2007 per fronteggiare una temporanea situazione di emergenza viabilistica locale, che si è rivelato nel lungo periodo di esercizio una soluzione funzionale ed efficace sia per la mobilità intercomunale che di area vasta.

La realizzazione della infrastruttura stabile dovrà essere accompagnata dalla riorganizzazione funzionale complessiva della relativa viabilità di accesso, comprese le due rotatorie a monte e a valle che connettono il ponte alla viabilità principale. Nella progettazione dovrà essere sviluppato anche il tema della mobilità ciclo-pedonale sul ponte e viabilità correlata, nonché quello dell’adeguato raccordo con i percorsi ciclo-pedonali esistenti ed in progetto nell’area.

Costituisce inoltre specifico oggetto del concorso la definizione dell’assetto finale (quote e sistemazioni del terreno) dell’area attualmente occupata dalle opere provvisorie (pile in alveo, spalle del ponte, viabilità di collegamento e relativi rilevati) a seguito della loro rimozione (anche se le operazioni di rimozione delle stesse saranno oggetto di un iter progettuale e realizzativo autonomo, la cui spesa è stata sommariamente stimata ed inserita tra le somme a disposizione nel quadro economico del progetto complessivo di riferimento per il concorso).

In considerazione del particolare pregio ambientale e paesaggistico dell’ambito di intervento, le proposte progettuali dovranno prefigurare una infrastruttura che: – sia dotata di un intrinseco pregio architettonico che contribuisca alla valorizzazione dell’area come “anticamera” e “biglietto da visita” della città; – garantisca per forma, materiali e tecnologie un rispetto sostanziale delle qualità ambientali e paesaggistiche dell’area, – sappia dialogare senza prevaricazioni ed instaurando un rapporto visuale armonioso con gli elementi già presenti nel sito, con particolare riferimento a quelli di rilevanza storica e simbolica ed urbanistica/architettonica (Ponte della Vittoria in primis, Borgo Piave, la quinta del centro storico della città che si staglia in alto sullo sfondo); per innovatività e qualità architettonica possa divenire una nuova immagine simbolica della città. Infine, le proposte ideative, nel progettare l’iter realizzativo dell’opera, dovranno tener conto del fatto che il processo di realizzazione della infrastruttura definitiva non dovrà pregiudicare l’accessibilità, l’utilizzo e la manutenzione delle opere, degli impianti e strutture provvisorie esistenti, da mantenere in esercizio fino alla fruibilità del ponte definitivo.

Il concorso, e tutta la documentazione inerente, è pubblicato sulla piattaforma https://www.concorsiawn.it/ponte-sul-piave/home

CALENDARIO

  • Pubblicazione, il venerdì 13.12.2019
  • Pubblicazione componenti commissione giudicatrice, il venerdì 20.12.2019
  • Seduta pubblica generazione chiavi informatiche, il venerdì 20.12.2019
  • Apertura del periodo per la richiesta di chiarimenti di 1° grado, il venerdì 20.12.2019
  • Chiusura del periodo per la richiesta di chiarimenti di 1° grado, il venerdì 10.01.2020
  • Pubblicazione verbale richieste chiarimenti e relative risposte fase 1° grado, entro il giovedì 16.01.2020
  • Apertura delle iscrizioni e contestuale invio degli elaborati e della documentazione amministrativa per il 1° grado, il giovedì 16.01.2020
  • Chiusura delle iscrizioni e contestuale invio degli elaborati e della documentazione amministrativa per il 1° grado, entro le ore 12:00 del martedì 18.02.2020
  • Lavori della commissione giudicatrice 1° grado, con pubblicazione dei codici alfanumerici dei concept progettuali ammessi al 2° grado e del Verbale dei lavori, entro il lunedì 02.03.2020
  • Apertura del periodo per la richiesta di chiarimenti di 2° grado, il lunedì 02.03.2020
  • Chiusura del periodo per la richiesta di chiarimenti di 2° grado, il martedì 10.03.2020
  • Pubblicazione verbale richieste chiarimenti e relative risposte 2° grado, entro il lunedì 16.03.2020
  • Apertura del periodo per l’invio degli elaborati e dell’eventuale documentazione amministrativa per il 2° grado, il lunedì 16.03.2020
  • Chiusura del periodo per l’invio degli elaborati e dell’eventuale documentazione amministrativa per il 2° grado, entro le ore 12:00 del mercoledì 29.04.2020
  • Lavori della commissione giudicatrice, entro il martedì 12.05.2020
  • Seduta pubblica decriptazione documenti amministrativi e proclamazione graduatoria provvisoria, il giovedì 14.05.2020
  • Verifica dei requisiti di ordine generale e di idoneità professionale, pubblicazione della graduatoria definitiva con la proclamazione del vincitore, unitamente ai verbali della commissione giudicatrice, entro il lunedì 15.06.2020
  • Pubblicazione dei progetti entro luglio 2020
  • Mostra dei progetti, con eventuale pubblicazione, entro settembre 2020

PREMI

Il Concorso si concluderà con una graduatoria di merito e con l’attribuzione dei seguenti premi:

  • Premio per il 1° classificato: € 63.050,27
  • Premio per il 2° classificato: € 11.021,54
  • Premio per il 3° classificato: € 8.000,00
  • Premio per il 4° e 5° classificato: € 4.000,00