Blog

Convegno “Superbonus 110%” disponibile online

Sulla piattaforma architettiperilfuturo.it, è da oggi disponibile il video completo del Convegno “Superbonus 110%: una nuova opportunità per professionisti e imprese”, svoltosi lo scorso 14 settembre all’Hotel St. Peter’s Crowe Plaza di Roma, organizzato dal Consiglio Nazionale nell’ambito dell’importante dibattito in corso sulle misure governative in materia di Superbonus 110%, con l’obiettivo di chiarire gli aspetti più complessi legati alla relativa attività professionale.

Il Convegno ha visto l’intervento del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Riccardo Fraccaro, ideatore dell’incentivo, che, insieme ai pareri di tecnici ed esperti – moderati dal vicedirettore del Tg1 Rai, Filippo Gaudenzi – ha messo in luce i diversi aspetti che ne regolano l’accesso e l’utilizzo.

Sono stati ospitati gli interventi di natura tecnica del capo settore consulenza Direzione Centrale delle Persone fisiche e Enti non commerciali dell’Agenzia delle Entrate, Patrizia Claps, che ha dato chiarimenti sulla circolare predisposta dall’Agenzia sul superbonus 110%; del capo dipartimento Unità per l’Efficienza energetica Enea, Ilaria Bertini, che ha approfondito il tema degli interventi di efficienza energetica; del direttore dell’area fiscale dell’ANCE, Marco Zandonà, che unitamente al responsabile Prestiti della Direzione Sales & Marketing Privati e Aziende Retail di Intesa Sanpaolo, Giampiero Meloni, ha illustrato le differenze e il funzionamento dello sconto in fattura e la cessione del credito; del consulente fiscale del Consiglio Nazionale, Nicola Forte, che ha esposto gli approfondimenti di natura fiscale sulla materia del Superbonus.

Su architettiperilfuturo.it sono inoltre scaricabili le slide di tutti i relatori e, tra pochi giorni, sarà disponibile un primo gruppo di FAQ relative a risposte a quesiti pervenuti, da iscritti e Ordini, all’indirizzo [email protected] entro le ore 12.00 del 9 settembre 2020. Tutti i quesiti pervenuti successivamente verranno comunque pubblicati nelle FAQ.

La registrazione del Convegno è disponibile anche sul canale YouTube del CNAPPC, al seguente link: https://youtu.be/4dr7MLsxeRQ

Nuovo modello di accoglienza presso gli Uffici provinciali – Territorio

L’Agenzia delle Entrate, Direzione Regionale dell’Emilia Romagna, informa che dal prossimo 28 settembre avvierà la sperimentazione in ambito regionale di un nuovo modello di accoglienza presso gli Uffici provinciali – Territorio dell’Agenzia, secondo le modalità descritte nel documento allegato. 

In questa fase iniziale della sperimentazione l’adozione del nuovo sistema di “Prenotazione appuntamenti catastali ed ipotecari” interesserà gli Uffici delle Direzioni Provinciali di Bologna, Modena e Rimini, con una significativa estensione dei servizi resi all’utenza (professionale e non) rispetto a quanto già attivato nella fase emergenziale Covid-19. Nel futuro, il nuovo sistema di “Prenotazione appuntamenti catastali ed ipotecari” sarà progressivamente esteso a tutte le realtà provinciali dell’Emilia Romagna. 

L’Ordine partecipa al Festival Sviluppo Sostenibile Parma

Torna dal 28 settembre al 2 ottobre il Festival dello Sviluppo Sostenibile Parma, giunto alla quarta edizione: 6 eventi in 5 giorni, tutti in modalità blended, trasmessi in streaming sul canale YouTube dell’Università di Parma e sul sito del Festival sviluppo sostenibile Parma e fruibili anche in presenza in modalità compatibili con l’emergenza COVID-19.

Il Festival è organizzato a livello nazionale da ASviS (Alleanza italiana per lo Sviluppo Sostenibile) dal 22 settembre all’ 8 ottobre, con l’obiettivo di far conoscere i 17 Goal dell’Agenda Onu 2030 per lo sviluppo sostenibile. A Parma l’edizione locale, che si inserisce all’interno degli eventi di Parma capitale italiana della cultura 2020+21, è organizzata da Università di Parma, WWF Parma, Gist, Arpae, Fruttorti, ed è realizzata con il patrocinio del Comune di Parma.

Grazie al contributo di tutti Parma si è sempre distinta dalle altre città del Festival ASviS per quantità di eventi organizzati e per aver ospitato relatori di fama nazionale e internazionale. Proprio per questo, e per la concomitanza con Parma capitale italiana della cultura, la città era stata scelta quest’anno per ospitare l’evento inaugurale del Festival nazionale, che causa COVID-19 sarà rinviato all’anno prossimo.

Tutti gli eventi del Festival dello Sviluppo Sostenibile Parma 2020 si svolgeranno nell’Aula Magna dell’Università di Parma. 

In questa occasione anche l’Ordine degli Architetti di Parma parteciperà alla manifestazione con un intervento del Presidente, Daniele Pezzali, che tratterà del ruolo strategico dell’architettura in un percorso di sviluppo sostenibile, nell’ambito dell’evento “L’importanza del verde urbano nella mitigazione e adattamento al cambiamento climatico”, che si terrà giovedì 1° ottobre alle ore 17.30.

In allegato il programma.

Per maggiori dettagli sugli eventi visitare il sito www.festivalsvilupposostenibileparma.wordpress.com e le pagine Facebook e Instagram del Festival di Parma.

OPEN Studi Aperti. Parma si prepara per maggio 2021

Il Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori organizza una nuova edizione di OPEN Studi Aperti nelle giornate di 30 e 31 ottobre prossimi, ma per Parma l’appuntamento si sposta direttamente al 2021.

L’Ordine degli Architetti di Parma ha infatti concordato con il CNAPPC di rimandare la tradizionale manifestazione dedicata agli studi di architettura aperti al pubblico al maggio 2021, aderendo così al Programma di eventi “Parma Capitale della Cultura 2020-2021”.

Come già annunciato, la prossima edizione di OPEN a Parma si chiamerà SCORRIBANDE e sarà dedicata ai bambini, che potranno avvicinarsi e imparare ad amare l’architettura attraverso laboratori, spettacoli e itinerari organizzati in tutta la città. Inizialmente prevista per il maggio scorso, la manifestazione non ha potuto avere luogo ma, come già annunciato, è stata soltanto rimandata.

Per questa ragione il gruppo di lavoro di SCORRIBANDE è già all’opera per proporre un festival ancora più ricco, interessante e in piena sicurezza per il prossimo anno.

A tal proposito, cogliamo l’occasione per informarvi che chi volesse ricevere informazioni o esprimere il proprio interesse ad aderire alla manifestazione, aprendo il proprio studio o collaborando al programma, può farlo già da ora contattando la segreteria.

A presto per i prossimi aggiornamenti!

Senegal Elementary School

Archstorming ha pubblicato un nuovo concorso di idee per la progettazione di un istituto scolastico in Senegal, un paese con regioni in cui solo il 50% dei bambini in età scolare ha accesso all’istruzione e dove le aule, a causa del numero limitato di strutture, ospitano fino a 80 studenti per classe.

In questo progetto collaboreranno con l’ONG Let’s Build My School (LBMS), un ente di beneficenza registrato nel Regno Unito fondato nel 2016 per costruire scuole nei paesi in via di sviluppo con particolare attenzione alle aree remote prive di strutture educative.

Oltre a fornire strutture costruite utilizzando materiali di provenienza locale, sostenibili e riciclati, LBMS ricerca e applica tecniche di costruzione che non richiedono competenze tecniche preliminari nella costruzione in modo che la comunità locale possa essere in grado di replicare il processo e aiutare a sviluppare ulteriormente il proprio villaggio a lungo dopo che LBMS è partito.

L’applicazione di questi principi è la sfida di questo concorso che assegna al team vincitore un premio di 6.000 euro e prevede la realizzazione della proposta progettuale.

Gli organizzatori invitano a disegnare un edificio che possa essere un esempio per le persone che vivono nell’area, imparare da esso e dalle sue tecniche di costruzione per applicarle negli edifici futuri. La nuova scuola avrà bisogno di 7 aule, una biblioteca, due uffici e latrine. È possibile opzionalmente includere anche una mensa, un orto e un piccolo recinto per animali. Iscrizione

Il budget a disposizione per la costruzione è di 80.000 euro, inclusi materiali da costruzione, strumenti di costruzione, manodopera e altre spese. Saranno valutati positivamente i progetti più economici.

PREMI

  • primo classificato: 6.000 euro + realizzazione
  • secondo classificato: 2.000 euro
  • terzo classificato: 1.000 euro
  • 2 menzioni speciali d’onore: 500 euro
  • 10 menzioni d’onore

Comune di Suzzara: affidamento servizi tecnici per progettazione definitiva, esecutiva, direzione lavori e coordinamento per la sicurezza restauro, rifunzionalizzazione e miglioramento sismico del Teatro Guido

Il Consorzio Oltrepò Mantovano – Centrale Unica di Committenza – indice una procedura aperta per l’affidamento dei servizi tecnici per progettazione definitiva, esecutiva, direzione lavori e coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione dei lavori per la realizzazione dell’intervento di restauro, rifunzionalizzazione e miglioramento sismico del Teatro Guido – Comune di Suzzara (MN), valore economico: € 100.000,00.

Data fine ricezione offerte: ore 12:00 del 25/09/2020

Procedura pubblicata sul portale Sintel al seguente LINK

ASP Reggio Emilia: 2 posti a tempo pieno profilo “Istruttore direttivo tecnico”

ASP “REGGIO EMILIA – CITTÀ DELLE PERSONE” indice un concorso pubblico per esami per la copertura a tempo indeterminato di n. 2 posti a tempo pieno vacanti in organico di “ISTRUTTORE DIRETTIVO TECNICO” Categoria D CCNL Funzioni Locali.

I candidati interessati a partecipare al concorso devono inoltrare domanda in carta semplice utilizzando esclusivamente il modulo fac-simile allegato al presente bando, indirizzata al Dirigente Area Risorse dell’ASP “Reggio Emilia – Città delle Persone”, dovranno pervenire alla sede dell’Azienda Via P. Marani n. 9/1 – 42122 Reggio Emilia entro il giorno 17.09.2020 alle ore 12.00 secondo le modalità descritte dal bando.

Master biennale “Culture del patrimonio. Conoscenza, tutela, valorizzazione, gestione”

La preparazione multidisciplinare offerta dal Master prevede lo svolgimento di attività formative tradizionali (lezioni, conferenze e sopralluoghi) e sperimentali (workshop e laboratori di tutela e valorizzazione).
La didattica del primo anno coincide con gli insegnamenti del Master internazionale di II livello in Restauro architettonico e cultura del patrimonio (Università Roma Tre – Dipartimento di Architettura), si svolge nel corso di 11 mesi, da gennaio a dicembre, ed è suddivisa in 12 moduli della durata di una settimana ciascuno.
Gli studenti iscritti al Master biennale di II livello in Culture del patrimonio. Conoscenza, tutela, valorizzazione, gestione le cui lauree non rientrino tra quelle indicate nel programma del master annuale potranno sostituire l’attività prevista per il Laboratorio di progettazione con esercitazioni alternative da definire nei settori di provenienza.
La didattica del secondo anno si svolge secondo il programma formativo tematico e multidisciplinare indicato nel seguente Piano delle Attività formative. È organizzata per 10/11 mesi all’anno e articolata in lezioni e attività formative distribuite settimanalmente tra il venerdì e il sabato (da febbraio a maggio). Potranno altresì realizzarsi fino a due settimane di attività didattica concentrata, ciascuna della durata di circa 40 ore, da svolgersi preferibilmente tra giugno e luglio. Nei mesi di settembre, ottobre, novembre e dicembre si svolge l’attività di stage e la preparazione dell’elaborato finale.
Gli studenti iscritti al Master biennale possono, entro la fine del primo anno, presentare istanza di passaggio al Master internazionale di II livello in Restauro architettonico e cultura del patrimonio e conseguire il relativo titolo annuale previa definizione di una eventuale integrazione del contributo d’iscrizione, deliberata dal Consiglio del Master.
Gli studenti che si sono iscritti al Master annuale internazionale di II livello in Restauro architettonico e cultura del patrimonio possono entro il mese di dicembre presentare istanza di passaggio al Master biennale.
Coloro che hanno conseguito il titolo dei Master di Roma Tre indicati nel paragrafo Riconoscimento delle competenze pregresse, possono iscriversi al Master biennale in Culture del patrimonio. Conoscenza, tutela, valorizzazione e gestione, secondo le modalità descritte nel paragrafo citato.
Gli studenti che hanno conseguito un diploma post lauream su tematiche affini presso altre Università (Master di II livello, Scuole di Specializzazione, Dottorati) possono iscriversi al Master biennale in Culture del patrimonio. Conoscenza, tutela, valorizzazione e gestione, secondo le modalità descritte nel paragrafo Riconoscimento delle competenze pregresse.

Obiettivi formativi specifici del Corso

Il Master biennale ha lo scopo di aggiornare e completare la formazione di architetti, pianificatori, paesaggisti, ingegneri ambientali, strutturisti, geotecnici, geologi, geografi, archeologi, storici dell’arte e dell’architettura, conservatori, restauratori, antropologi, curatori di musei, economisti, economisti aziendali, giuristi, comunicatori,  fornendo alle figure indicate un’esperienza di apprendimento e sperimentazione di pratiche multidisciplinari di tutela, valorizzazione e gestione dei beni culturali.

Sbocchi occupazionali

Il Master biennale prepara allo svolgimento di attività professionale nel campo dei beni culturali, sia nel settore dell’amministrazione pubblica che in quello dell’imprenditoria privata. Il Master può altresì costituire un’esperienza di aggiornamento professionale per il personale già attivo presso enti pubblici e privati.

Bando e regolamento del master al seguente link

Master internazionale di II livello in Restauro architettonico e culture del patrimonio

Il Master ha lo scopo di formare architetti esperti nel recupero e nel restauro dell’architettura e dell’edilizia storica e capaci di progettare in sintonia con i contesti urbani e ambientali per restituire ai centri storici la loro peculiare bellezza e al patrimonio italiano le sue molteplici identità. È riservato agli studenti in possesso di laurea in Architettura, Ingegneria edile, Lettere, Conservazione e restauro dei beni culturali (o in corsi europei ed extraeuropei corrispondenti) e ai restauratori specializzati con diploma ISCR (o diplomi equivalenti).

Didattica: la didattica del Master si svolge nel corso di 11 mesi, dal gennaio 2021 al dicembre 2021, agosto escluso. È suddivisa in 12 moduli della durata di una settimana ciascuno per una settimana al mese e per due settimane consecutive nel mese di dicembre.

Lezioni teoriche e metodologiche, in ambito storico, strutturale, tecnico e gestionale, preparano allo svolgimento di un progetto di restauro.

Alcuni moduli, con esercitazioni pratiche, sono dedicati alla diagnostica strutturale, alle tipologie di consolidamento, alla diagnostica dei materiali e alle tecniche di restauro delle opere in legno, delle superfici architettoniche e degli apparati decorativi. Sono organizzati da imprese specializzate e forniscono le conoscenze necessarie a svolgere un’attività professionale in grado di coniugare la conoscenza dei materiali e delle tecniche di restauro di ogni specifica tipologia costruttiva con l’interpretazione della storia evolutiva e del significato dell’edificio nel suo insieme. Un modulo specifico è rivolto alla conoscenza degli strumenti e dei metodi utili alla costruzione dei GIS. La redazione del progetto, momento operativo fondamentale della didattica del Master, è condotta all’interno di due specifici laboratori: il Laboratorio di progettazione architettonica e il Laboratorio di progettazione economica. Si svolgono entrambi nell’ambito del Cantiere Scuola di Palazzo Silvestri Rivaldi in Roma, attivato dalla

Direzione Generale Educazione e Ricerca del MiBACT. Per accedere al cantiere scuola, gli studenti dovranno essere in regola con la normativa sulla sicurezza nei cantieri edili (idoneità sanitaria e corso di formazione, attivato dal Master).

Gli studenti iscritti al Master internazionale di II livello in “Restauro architettonico e culture del patrimonio” possono entro il mese di dicembre presentare istanza di passaggio al Master biennale di II livello in “Culture del patrimonio. Conoscenza, tutela, valorizzazione, gestione” (rinunciando all’acquisizione del titolo annuale) e conseguire il relativo titolo biennale, previo pagamento delle tasse della seconda annualità.

Gli studenti iscritti al Master biennale di II livello in “Culture del patrimonio. Conoscenza, tutela, valorizzazione, gestione” possono, entro la fine del primo anno, presentare istanza di passaggio al Master internazionale di II livello in “Restauro architettonico e culture del patrimonio” e conseguire il relativo titolo annuale previa integrazione del contributo d’iscrizione, deliberata dal Consiglio del Master.

Scadenza ammissione domande: 14 gennaio 2021

fondatore | Paolo Marconi

direttore | Elisabetta Pallottino

Bando e regolamento al seguente link

Polo civico Flaminio e il mercato San Giovanni di Dio

Al via i concorsi di progettazione in due gradi che riguardano il Polo civico Flaminio, nell’area ex militare di Via Guido Reni, e il mercato San Giovanni di Dio, a Monteverde.
I bandi – lanciati da Roma Capitale, in collaborazione con l’Ordine degli Architetti PPC di Roma e provincia – sono stati presentati il 27 agosto, alla Casa dell’Architettura e, dal 2 settembre scorso, sono scaricabili dal portale di Roma Capitale e su Concorsiawn, piattaforma del Cnappc.
Obiettivo: puntare sulla rigenerazione urbana, restituendo ai cittadini spazi pubblici e servizi per la collettività, e garantendo – al contempo – la qualità architettonica degli interventi.
Prosegue, dunque, l’impegno dell’OAR nella promozione dei concorsi di progettazione – dai bandi per le opere di pedonalizzazione e riqualificazione nel II Municipio al concorso per favorire il recupero e l’uso di spazi pubblici a Testaccio – attraverso l’implementazione di rapporti sinergici con enti pubblici e privati attivi sul territorio romano, «affinché il progetto di architettura ritorni ad essere il baricentro delle scelte di trasformazione urbana».

Tutte le informazioni e la documentazione scaricabili dal portale di Roma Capitale: https://www.comune.roma.it/web/it/informazione-di-servizio.page?contentId=IDS636039

I concorsi si svolgeranno in due fasi: nella prima si chiede di individuare le strategie generali guardando al perimetro largo di attenzione di relazione con il contesto. Nella seconda saranno valutati gli approfondimenti e il progetto di dettaglio degli spazi e saranno espletati con procedura informatica tramite piattaforma awn.

Termine ultimo per le iscrizioni, e il contestuale invio degli elaborati e della documentazione amministrativa per la prima fase, le ore 12:00 del giorno 5 ottobre 2020.

COMUNICAZIONI DALL'ORDINE

INFORMAZIONI ED EVENTI

STAY CONNECTED

1,262FansMi piace