Introduzione e Riferimenti Normativi

Introduzione

A partire dal 1° gennaio 2014, l’aggiornamento e lo sviluppo professionale continuo per Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori è un obbligo per tutti gli iscritti all’Albo.

Tale obbligo è introdotto dal D.P.R. 137/2012 e normato dal ”Regolamento per l’aggiornamento e sviluppo professionale continuo” (in attuazione dell’art. 7 del DPR 137/2012) emanato dal Consiglio Nazionale degli Architetti PPC, completato poi con le “Linee guida e di coordinamento attuative del Regolamento per l’aggiornamento e sviluppo professionale continuo”.

L’iscritto ha l’obbligo di acquisire nel triennio 60 cfp , con un minimo di 20 cfp annuali , di cui almeno 4 cfp per ogni anno sui temi della Deontologia.

L’Ordine degli Architetti PPC di Parma è costantemente impegnato a creare opportunità affinchè la Formazione non costituisca un ulteriore aggravio per la professione dell’architetto ma, al contrario, possa rappresentare un occasione per il professionista per ampliare le proprie conoscenze e sviluppare nuove competenze.

Ci auguriamo che ogni singolo iscritto colga l’importanza della formazione anche alla luce della trasformazione che la nostra professione sta vivendo e auspichiamo che ciascuno  assuma un’atteggiamento di responsabilità individuale nei confronti di essa. L’Ordine si impegna per fornire gli strumenti ma la formazione deve rimanere un percorso di scelta e libertà individuale.

In questo senso abbiamo deciso, di impegnarci direttamente sul tema della formazione con una serie di azioni:

  • riduzione al minimo e semplificazione degli adempimenti burocratici a carico degli iscritti;
  • produzione di attività formative gratuite per gli iscritti senza gravare sulla quota di iscrizione (ferma dal 2002);
  • conferma della riduzione a favore dei giovani iscritti del 20% di tutti i servizi erogati dall’Ordine (compreso quelli formativi);
  • elaborazione di contenuti formativi innovativi ed utili alla nostra professione;
  • fornire consulenza a soggetti promotori di eventi formativi per l’assegnazione dei crediti professionali.

Si informano gli iscritti che è stato approvato dal Consiglio Nazionale A.P.P.C. il nuovo testo delle “Linee Guida e di Coordinamento del Regolamento per l’aggiornamento e sviluppo professionale continuo” valido per il triennio 2017-2019 ed in vigore dal 1° gennaio 2017

 

Riferimenti normativi

Linee Guida e di Coordinamento del Regolamento per l’aggiornamento e sviluppo professionale continuo

Si informano gli iscritti che è stato approvato dal Consiglio Nazionale A.P.P.C. il nuovo testo delle “Linee Guida e di Coordinamento del Regolamento per l’aggiornamento e sviluppo professionale continuo” valido per il triennio 2017-2019 ed in vigore dal 1° gennaio 2017.

Si invitano pertanto tutti gli iscritti alla lettura dei documenti emessi dal CNAPPC a partire dalla circolare n.3 emessa in data 09.01.2017 che riassume i principali aggiornamenti presenti nelle nuove linee guida.

Per quanto riguarda la chiusura del triennio formativo 2014-2016 si rammenta che per tutti coloro che non sono riusciti a raggiungere il compimento dei 60 CFP obbligatori (48 CFP + 12 CFP deontologia) si rammenta che si è concluso il periodo di 6 mesi a partire dal 01.01.2017 con scadenza al 31.06.2017 di “ravvedimento operoso” al fine di recuperare i CFP mancanti.  Le posizioni che risultano ancora irregolari verranno comunicate al Consiglio di Disciplina per i conseguenti adempimenti.

Tutti gli iscritti sono invitati a controllare la propria posizione formativa attraverso la piattaforma iM@teria e a segnalare eventuali errori o incongruenze.

Si allegano i testi delle nuove Linee Guida e i nuovi documenti:
– “Linee Guida e di Coordinamento del Regolamento per l’aggiornamento e sviluppo professionale continuo” (Linee Guida);
– Definizioni (Allegato 1);
– Tabella riassuntiva dei Crediti Formativi Professionali (CFP) attribuibili a ciascuna tipologia di attività (Allegato 2);
– Elenco requisiti per la procedura di accreditamento degli eventi organizzati da soggetti terzi (Allegato 3);
– Formazione a distanza (Allegato 4);

DOWNLOAD DOCUMENTI