Sketchbook

DANIELE PEZZALI

Sulla tutela del Parco Ducale

Non ci sembra il caso si debba continuare a usare luoghi “monumentali” per manifestazioni che nulla hanno a che vedere con...

MARIA PAOLA BEZZA

Sulla buona strada

Oggi sono passata con l’auto per un cantiere. Era una deviazione complicata, ho dovuto cambiare strada un paio di volte, ma...

FABIO CECI

Parma Smart City?

Non solo studenti, ma molti colleghi, anche chi non si occupa di urbanistica, al seminario sulla Smart City, tenuto il 9...

CECILIA MERIGHI

Dopo Palazzo dei Diamanti

La grande polemica sul Palazzo dei Diamanti di Ferrara e sul concorso per il suo ampliamento, tuttora bloccato dal Ministero dei...

MONICA PISANU

Lo spazio come uno specchio. Intervista a Marzia Mazzi

Marzia raccontami della tesi su Studio Azzurro. Come ha influenzato il tuo percorso architettonico? Alla fine degli anni...

VINCENZO MAINARDI

PIETRO CATTABIANI

Con il cuore a Rotterdam

Chi sceglie di andare a fare un giro in Olanda pensa ad Amsterdam, o tutt’al più a incantevoli cittadine come Utrecht,...

MATTEO BARBIERI

Che cosa diresti a un committente a proposito dei concorsi di progettazione?

Matteo, a che punto siamo con i concorsi di architettura? Dal 2017 il CNAPPC ha introdotto i Bandi...

AUTORI

t

DANIELE PEZZALI
Padre di figlie che nemmeno hanno preso in considerazione l’ipotesi di diventare architetto … mi divertirebbe partire per uno di quei lunghi viaggi in moto che ancora non sono riuscito a fare. Presiedo l’Ordine, però, con il vanto di essere affiancato da compagni di lavoro davvero preziosi.

t

VINCENZO MAINARDI
Fotografo, disegnatore, grafico e anche obiettore di coscienza, alla fine mi sono ritrovato architetto. Amante del Movimento Moderno, a casa mi irridono con simpatia perché disegno "case cubiche”. All’Ordine ho ritrovato un sentire comune: cosa c’è di più bello di fare qualcosa di utile per i propri amici e compagni di lavoro?

t

EMMANUELE OLLARI
Nato e cresciuto a Parma, tra studi classici, musica, scienza e natura. Dal 2017 si occupa di gestire il patrimonio dell'Ordine, con l'aiuto prezioso del Presidente e dei consulenti.

t

MATTEO BARBIERI
Non ho mai avuto dubbi su quello che avrei voluto fare da grande…l’architetto è il mio mestiere e la mia vita. Ho studiato a Milano, città a me molto cara, ma con l'impegno nell’Ordine, sono tornato alle origini. Mi occupo di Comunicazione.

t

MARIA PAOLA BEZZA
Nata e cresciuta a Parma, laureata in restauro a Milano. Già per mano alla mamma camminava con il naso in su a guardare le facciate dei palazzi, oggi con la stessa curiosità lavora sulla città e pensa ai suoi abitanti. Per l’Ordine si occupa di Normativa e Urbanistica.

t

FABIO CECI
Ho sempre amato l’arte e per farne un mestiere ho pensato che la cosa migliore fosse fare l’architetto. Ho studiato a Venezia, che considero la mia seconda città, ma di ogni città che vedo e frequento cerco di capire lo spirito profondo, per sentirmi come a casa. Nell’Ordine mi occupo di bandi, concorsi e di tutto quello che può aiutare a creare nuove opportunità per fare questo bellissimo lavoro.

t

PIETRO CATTABIANI
Nato a Parma, portoghese d'adozione, laureato a Milano, vivo l'Oltretorrente. Sognavo fin dal liceo di fare il giornalista per Rolling Stone, recitare in un film di Tarantino, di suonare nei Pearl Jam o di fare l'architetto. Dal 2017 sono parte di questo splendido gruppo, mi occupo di aiutare i nostri iscritti con le Parcelle e gli Incarichi.

t

t

GABRIELLA INCERTI
Ho deciso di fare l'architetto leggendo un libro per fanciulle che parlava della casa sulla cascata. Poi ho tradito il troppo narciso Frank e sono impazzita per Alvaro Siza. La mia ultima e definitiva passione è Alejandro Aravena. Nel consiglio dell’Ordine dall’ormai lontano 2009, mi occupo di cultura ed eventi.

t

CECILIA MERIGHI
Credo fortemente nell'impegno comunitario e nella responsabilità individuale. Curiosa, innamorata della bellezza in tutte le sue forme e incapace di rinunciare al sogno. Dal 2014 all’Ordine, dove mi occupo di Formazione e Rapporti con l’Università. Ho tre meravigliose figlie e una socia comprensiva!

t

MONICA PISANU
Per passione ho iniziato a studiare architettura e con passione lavoro. Adoro la compagnia delle persone, i loro racconti e la possibilità di condividere con loro piccole e grandi imprese. Ecco lo spirito con cui ho intrapreso questa stimolante avventura insieme ai miei compagni Consiglieri.